NO to the FASCIST DEMO!

Presidio antifascista e antirazzista
Sabato 27 settembre alle ore 16.00
Gorizia, via Italico Brass (Tendopoli)

IT
I fascisti e razzisti di Fiamma Tricolore, Forza Nuova ecc hanno indetto un presidio a Gorizia davanti alla tendopoli in cui abitano i richiedenti asilo politico afghani e pakistani, questo sabato 27.9.2014 alle 16:00. Finora non abbiamo ancora ricevuto nessuna notizia che il comune, prefettura o la questura vogliano vietare questo schifoso evento. Perciò chiamiamo tutt* quell* che si oppongono a una logica xenofoba, razzista e fascista perché vengano a Gorizia a far vedere/sentire coi nostri corpi e le nostre voci, che il loro presidio non e ACCETTABILE!

nofascistdemo

SLO
Fašisti in rasisti iz vrst skrajno-desničarskih skupin Fiamma Tricolore (Trobarvni Plamen), Forza Nuova (Nova Moč) ipd. so za to soboto 27.9.2014 ob 16:00 v Gorici sklicali protest/demonstracijo pred tamkajšnjim šotorskim naseljem, kjer se nahajajo prosilci za azil iz Afganistana in Pakistana. Narava protesta je, kakopak, uperjena proti priseljencem.Ker do sedaj še nismo zasledili novice, da bi občina ali policija ksenofobni protest prepovedala, pozivamo vse ljudi, ki nasprotujejo takšni ogabni zlorabi »pravice do nestrinjanja«, da s svojimi telesi in glasovi damo vedeti skrajnežem, da njihov prostest ni SPREJEMLJIV!

FUR
I fasiscj e raziscj di Fiamma Tricolore, Forza Nuova ecc e an indet un presidi a Gurize denant da la tendopoli dulà ch’a stan i afghans e pachistans che e an domondât asilo, chiste sabide 27.9.2014 as 16.00. Fin cumò a no vin ancjmò vût gnove che el comun, la prefeture o la questure a vèin intenzion di vietà chist event ingomeôs. Pa la quâl a clamìn ducj e dutes chei/s ch’a son cuintri a di une logjche xenofobe, raziste e fasciste a vignì a Gurize a fa viodi e sintì cui nestris cuarps e cu las nestres vôs che el lôr presidi al è INACETABIL!

ENG
This saturday 27.9.2014 at 4pm, racists and fascists from the Fiamma Tricolore (Three-coloured Flame) and Forza Nuova (New Power) groups will make a demonstration in Gorizia in front of the camp where dozens of afghani and pakistani asylum seekers are currently “living”. For now it seams that the »authorities« have no intention to oppose to this repugnant abuse of the »right to disagree«. We call for immidiate action to show and let hear the xenfoboes that their »protest« is UNACCEPTABLE!

 Evento facebook

da info-action.net

Anche questa volta un minimo di mobilitazione antifascista c’è stata, lo rileva perfino il Piccolo.

Verso le 17.00 arrivavano ancora compagne e compagni per cui si è superato il numero generosamente concesso dal Piccolo ai fascisti che in realtà erano meno di trenta.

Da Il Piccolo del 28 settembre 2014

piccolo 28 09 14

Cacciare fascisti e leghisti dal Friuli VG

Da Il Piccolo del 28 settembre 201

Salvini: la tendopoli è inaccettabile,va smontata subito

«La tendopoli di via Brass? Un insulto ai cittadini in difficoltà». Così è intervenuto il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini, che ieri pomeriggio ha visitato Gorizia per una toccata e fuga a Gusti di frontiera, in attesa del Congresso del Carroccio a Udine. «Un congresso bello, finalmente senza litigi, con la Lega che sta tornando a lavorare a dovere», ha commentato Salvini. Il leader leghista è stato accolto dal sindaco Romoli di fronte al municipio, nel bel mezzo della festa, e si è fermato a scambiare un paio di battute con il primo cittadino. Si è parlato, ovviamente, della situazione venutasi a creare con la realizzazione della tendopoli degli afghani in via Brass. «Ho detto a Romoli che il 18 ottobre porteremo a Milano 100mila persone, di cui molte anche dal Friuli Venezia Giulia e da Gorizia, per chiedere a gran voce il blocco dell’operazione Mare Nostrum e un cambio nella politica del Governo sull’immigrazione – ha spiegato Salvini -. La tendopoli di Gorizia? È un qualcosa che non deve esistere, inaccettabile: devono smontarla domani mattina. Si tratta a mio parere di un insulto agli italiani e in questo caso ai goriziani che sono in difficoltà, senza lavoro e magari rimasti senza una casa». Chiusa la breve parentesi istituzionale Salvini, che era accompagnato tra gli altri dal segretario provinciale della Lega Sepuca e dall’assessore Ceretta, si è poi immerso nel clima di Gusti di frontiera – «una meravigliosa manifestazione», ha detto – dedicandosi all’assaggio delle specialità di diversi stand.

Altri articoli:

da Il Piccolo del 27 settembre: Abuso sessuale su un profugo pakistano minorenne

dal Messaggero Veneto del 27 settembre: I profughi di Gorizia denunciano: “Hanno tentato di adescarci”

da Il Piccolo del 28 settembre: Gli abusi sul pakistano: la pista è un’auto bianca

This entry was posted in antifa, antirazzismo. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *